MENU

by • 28 marzo 2016 • Life & CultureComments (0)902

100 domande per conoscerci meglio – Micaela Terzi

Micaela powerful

Micaela Terzi, fresca responsabile comunicazione di ADF, si racconta attraverso le prime 40 powerful questions del coaching, un modo simpatico per conoscerci meglio. Enjoy!

1. Qual è il più bel complimento che tu abbia mai ricevuto?
Recentemente mi hanno detto “Sei un’incognita”. Mi ha messa molto in crisi ma poi ho deciso di prenderlo come un complimento.

2. Di cosa vai orgoglioso ma non metteresti mai sul tuo CV? Posso resistere anche 12 ore senza fare pipì.

3. Qual è la scelta più “differente/diversa” da te che tu abbia mai fatto? Salire su un palco e parlare davanti a un auditorium pieno di gente.

4. Se un misterioso benefattore ti facesse un assegno da 5.000€ e dicesse: “Aiutami a risolvere un problema, uno qualsiasi…” Cosa faresti per lui o lei? Spenderei quei soldi per passare una giornata a fare cose divertenti, che gli piacciono, per insegnargli a prendersi del tempo per sé, senza sensi di colpa.

5. Cosa vorresti ci fosse scritto sulla tua tomba? Non ne ho proprio idea.

6. In cosa sei straordinaria? Nel scegliere sempre la strada più difficile. Ma che alla fine è anche quella che mi dà più soddisfazione e mi insegna più cose.

7. Quale sogno hai parcheggiato per il momento? Come ti è venuto in mente/come è nato questo sogno?
Vorrei passare l’autunno e l’inverno in Asia e la primavera e l’estate nel nord degli Stati Uniti. Devo fare un business plan per capire come realizzare questo sogno…

8. Di cosa sei “affamato”? Di viaggi in particolare. Di esperienze. Di cibo.

9. Se potessi prendere un té con un personaggio immaginario, quale sarebbe?
Non credo che prenderei un té con lui, ma mi metterei seduta in silenzio ad ascoltare Schroeder (Peanuts) che suona il suo pianoforte.

10. Il mattino segui una determinata routine?
Appena sveglia scrivo alcune pagine di pensieri sparsi, mi lavo la faccia e se ho tempo faccio colazione.

11. Credi nella “magia”? Quando l’hai sperimentata?
Non credo nella magia, ma mi piacerebbe.

12. Solitamente su quale argomento o in quali circostanze le persone ti chiedono consiglio?
I miei famigliari mi chiedono consigli su qualsiasi cosa riguardi la tecnologia; gli altri mi chiedono posti buoni dove andare a mangiare o consigli sul lavoro.

13. Hai mai pensato di cambiare nome? Quale nome sceglieresti al posto dell’attuale? No amo moltissimo il mio nome, anche se spesso la gente lo storpia. Amo anche i mille nomignoli che mi hanno affibbiato negli anni.

14. Qual è stata l’ultima volta che hai provato stupore? Mi stupisco abbastanza spesso. Purtroppo qualche volta le sorprese non sono belle, ma la maggior parte delle volte sì…

15. Qual è il tuo detto preferito o la tua canzone “guida”? Fare o non fare. Non c’è provare (Yoda).

Come canzone guida direi “No rain” dei Blind Melon. Ma anche tutta la discografia dei Queen può all’occorrenza andare bene per un momento particolare della mia vita.

16. Hai mai desiderato qualcosa ardentemente? Cosa? Tornare a New York. Sempre.

17. Qual è la tua definizione di ospite ideale? Educato e ironico. Con tante cose da raccontare. E che non si lamenta se io ascolto e basta.

18. Se tu avessi 100 Euro da spendere per te ogni settimana, cosa faresti? Credo che dividerei equamente la cifra in una cena con un’amica e l’acquisto di qualcosa per me (tipo qualche prodotto di cartoleria particolare…)

19. Se potessi sederti a chiacchierare con la versione 15enne di te, cosa le diresti? Tranquilla, passerà. E soprattutto fai quel cavolo di viaggio studio all’estero che tuo padre insiste per regalarti.

20. Di cosa sei stanco o annoiato?
Delle persone che continuano a lamentarsi e non fanno nulla per cambiare la condizione in cui si trovano.

21. Qual è la torta di compleanno più buona che tu abbia mai mangiato? La “Zuppetta”, ricetta segreta di una pasticceria vicino a casa mia…

22. Come ti relazioni ai mendicanti per la strada? Tendenzialmente non dò soldi a chi li chiede per strada.

23. Pensi che l’amore sia più un’alchimia chimica, intellettuale o spirituale o pensi che sia qualcosa di completamente indefinibile? Di tutto un po’.

24. Hai mai sognato di iniziare un’attività? (Oppure, se hai già un’attività: hai mai pensato di iniziarne una nuova?) Ho sempre progetti nuovi a cui pensare e su cui lavorare.

25. Hai paura di volare? (Se si, da quando?)
Non ho per niente paura di volare. Di solito quando salgo su un aereo sono talmente rilassata che mi addormento prima del decollo.

26. Qual è la tua priorità da qui a fine anno?
Rendere quest’anno uno dei migliori della mia vita. E sistemare un po’ di questioni in sospeso.

27. Se potessi studiare uno strumento, quale sarebbe?
Ho studiato pianoforte. Avrei voluto suonare il basso. Sto valutando l’idea di imparare a suonare l’ukulele.

28. Sei mai stato preoccupato per la tua sicurezza/salute? Mai. Devo dire che sono abbastanza incosciente in questo e non mi preoccupo mai della mia sicurezza e della mia salute. Magari ci penso a posteriori, ma finora fortunatamente non ho avuto mai grossi problemi.

29. In cosa sei esperto? Non mi ritengo un’esperta in nulla. Ma so molte cose sul pop coreano che gli altri non sanno.

30. Perché ti ritieni esperto: per gli studi compiuti, per vita vissuta, per entrambe le cose? Tutto quello che ho imparato è stato un mix di vita vissuta e studio (diciamo un 70%-30%).

31. E’ mai capitato che un insegnante cambiasse la tua vita o avesse un forte impatto sulla tua vita? Se si, come? Non un insegnante in senso “classico”, ma un educatore che ha avuto un forte impatto nella mia vita. Sia in positivo che in negativo. E forse grazie a lui ho imparato a farmi tante domande…

32. Ci sono delle faccende domestiche che ti piace fare? Se sì, quali sono e perchè ti piacciono? Cucinare. Mi rilassa. Per il resto cerco di minimizzare al massimo gli sforzi e di evitare come la peste di stirare.

33. Come gestisci l’autocritica? Io e la mia autocritica ci facciamo quotidianamente delle lunghe chiacchierate.

34. Se potessi creare il tuo profumo come sarebbe e cosa includerebbe? L’odore del bagno appena fatto; l’odore della pelle di mia madre; l’odore del pane appena sfornato. Ho paura che verrebbe fuori un mix micidiale, ma così è.

35. Quando provi paura cosa senti nel tuo corpo? Il cuore mi batte a mille.

36. Pensi di stare lavorando al 100% delle tue possibilità? In questo momento direi di sì. Ma visto che sono fortemente autocritica (vedi domanda 33) dico che potrei fare anche di più.

37. Cosa ha più valore per te: tempo libero, soldi, riconoscimento? Tempo libero e soldi. Il riconoscimento non ha grande importanza per me.

38. Se tu potessi salvare dall’estinzione una specie protetta, quale sceglieresti? I bradipi. Non so se sono una specie protetta, ma credo che il mondo sarebbe un posto peggiore se non esistessero i bradipi.

39. Ci sono delle leggi o delle regole sociali che non comprendi o sulle quali hai delle perplessità? Vorrei che non ci fosse un modello predefinito di persona “vincente”.

40. Ti piacerebbe scrivere un libro? Se sì, riguardo cosa? Una volta avrei detto di sì senza esitazione. Adesso non lo so. Devo ancora trovare una storia interessante da raccontare. Ne ho vagamente in testa un paio ma i tempi non sono ancora maturi…


Se siete curiosi di conoscere Micaela dal vivo, e anche di imparare qualcosa di più sulla comunicazione efficace, sabato 14 maggio Micaela terrà il corso Imparare a comunicare.

Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>