MENU

by • 18 giugno 2013 • UncategorizedComments (0)6947

8 Suggerimenti per bilanciare lavoro e vita privata

Una delle cose più importanti della vita è avere equilibrio. L’equilibrio più difficile da trovare è tra il lavoro e il “resto” della vita. Se hai un lavoro d’ufficio (quello chiamato 9-5 in inglese) sai perfettamente cosa questo significhi. Molte delle ore sono passate in ufficio, poi c’è il tempo per andare e tornare dall’ufficio, mangiare e dormire.

Come si può trovare del tempo per fare “altro” e potersi dedicare alla famiglia, alle passioni e agli amici? Alle volte non è semplice e la nostra vita sembra girare soltanto attorno all’ufficio e al lavoro.

Vogliamo essere efficienti e produttivi, vogliamo dimostrare il nostro impegno sul lavoro ma vogliamo anche essere buoni amici, bravi genitori, ottimi compagni ecc.

Spesso è veramente difficile essere tutte queste cose in una volta sola. Prima di condividere alcuni suggerimenti vale la pena di  riflettere sul fatto che è abbastanza impossibile fare tutto ed essere perfetti in tutto…  tutte le volte. Ci sono momenti in cui dovremo rinunciare ad un’uscita tra amici perché dobbiamo rimanere fino a tardi in ufficio, ci sono volte  in cui staremo a casa dal lavoro per  prenderci cura di nostro figlio influenzato ecc.   Bilanciare il lavoro e il “resto della propria vita” non è un compito facile, capiterà di fare errori, capiterà di tanto in tanto di fare scelte poco piacevoli ma la chiave è fare il meglio possibile.  Ecco alcuni suggerimenti per riuscirci.


1. Decidi cosa è più importante per te ogni giorno. Ogni mattina o, ancora meglio, la sera precedente, pensa a cosa vuoi davvero raggiungere il giorno successivo.  La cosa più importante è completare quel grande progetto al lavoro? Andare alla recita di fine anno di tuo figlio? Dedicare del tempo a te stesso? Prova a  restringere la tua giornata definendo poche attività importanti. Dopo che queste attività sono state completate puoi dedicarti a quelle meno urgenti e pressanti.

Quando decidi cosa fare, ricordati di pensare alla tua vita in senso esteso,  non limitarti a pensare alle attività lavorative ma pensa anche alla famiglia, agli amici e a te stesso. Scegli le cose da fare ma ricordati che non c’è solo il lavoro. Magari c’è una giornata che gira solo attorno ad esso, ma la scelta deve essere consapevole. Puoi provare a tenere un’agenda, un planner, una to do list in cui segni TUTTE le cose da fare e tra queste scegli quelle più urgenti e importanti.

La pianificazione richiede pochi minuti ma ti permette di ottenere grandi risultati.

 

2. Cerca di tenere tutto molto ma molto ordinato ed organizzato.

Per molti è facile essere organizzati e non esserlo provoca delle difficoltà enormi.  Per altri, invece, l’organizzazione e l’ordine richiedono davvero un grande sforzo.  Se anche appartieni a questa ultima categoria ricordati che vale sempre la pena di essere ordinati e precisi. Pensa a quanto tempo risparmierai sapendo esattamente dove sono tutte le cose, quali sono tutte le attività  da fare, ecc.  Come principio di base, tutte le cose presenti in casa o in ufficio dovrebbero avere un posto preciso e tu dovresti fare il tuo meglio per rimetterle sempre nello stesso posto. (Ok, questo può essere particolarmente difficile se vivi con altre persone, se condividi l’ufficio o se hai dei bambini ma prova a fare il meglio che puoi). Se tutto è in ordine, se sai dove si trovano le cose, ti senti meglio e sicuramente guadagni in efficienza. L’organizzazione riduce anche lo stress.

 

3. Delega più compiti possibile agli altri. Non è facile delegare perché pensiamo che nessuno farà quel lavoro meglio e più velocemente di come lo facciamo noi. Nessuno sa fare le cose alla nostra maniera. Ma delegare può essere davvero essenziale e vitale soprattutto se stai passando un periodo molto impegnativo e ti sembra di non farcela più.

Pensa a tutte le cose che fai ogni giorno (prova a scriverle, ti aiuterà a visualizzarle). Prova poi a pensare chi potrebbe fare qualcuna di queste azioni. I tuoi figli possono fare qualche lavoretto in casa? Puoi permetterti di  assumere una donna delle pulizie se questo ti permette di stare meglio?

Puoi chiedere al tuo compagno o alla tua compagna di fare una delle cose di cui di solito ti occupi tu? C’è un tuo collaboratore che ti chiede sempre se può aiutarti e che di solito non consideri?

Qualsiasi cosa tu scelga di delegare, non farla tu a meno che non succeda qualcosa di veramente grave o imprevisto. Non ti sentire in colpa se non riesci a delegare tutto subito… ci vuole tempo e pratica. L’importante è iniziare

Guardati attorno perché sicuramente che ci sono molte persone che vogliono aiutarti se solo lasci andare un po’ il controllo e ti convinci che delegare non significa che tu non sai fare quel lavoro.

 

4. Concediti delle piccole pause appena puoi. Non importa che lavoro tu faccia o cosa stia succedendo nella tua vita, ti meriti una pausa.  Noi tutti meritiamo una piccola pausa di tanto in tanto. Idealmente sarebbe preferibile prendersi una vacanza da tutto e tutti, lavoro, famiglia, amici e spendere del tempo per ricaricare le batterie in assoluta libertà.  Tuttavia  questo tipo di stacco non è fattibile per la maggior parte delle persone e chi ama stare in compagnia potrebbe anche non trovare questa idea così interessante. Ci sono però delle alternative. Delle “mini-pause”. Le mini-pause sono… sono tutto ciò che vogliamo che siano!  Questa è la bellezza delle mini-pause.

Una mini-pausa può essere una passeggiata in pausa pranzo, una giornata di vacanza, una serata in città, un pomeriggio al lago, una mattinata alla spa, un gelato in un pomeriggio assolato, una festa con gli amici, dormire di più al mattino.  Una mini-pausa può essere qualsiasi cosa tu voglia ma deve essere una PAUSA, il che significa che devi essere in grado di staccarti dalla routine e rilassarti per un attimo. Può sembrare che, con un milione di cose da fare, tu non posa permetterti di trascorrere del tempo senza far niente ma, credimi, quando riesci a concederti una pausa e a ristorarti un po’ diventi un amico migliore, un genitore migliore e un lavoratore migliore.

 

5. Dai valore ad ogni momento. Passiamo molto tempo lavorando, nel traffico, dormendo ecc. e quindi è davvero importante dare valore e risalto ad ogni istante. Per esempio, ipotizziamo di dover tornare a casa molto tardi, appena prima che i nostri figli siano a letto. Abbiamo appena il tempo di leggere loro una storia prima di crollare addormentati. Non è la situazione ideale ma possiamo trarre il massimo dal poco tempo a disposizione.  Come? Dimenticando per un istante tutte le altre responsabilità e attività e dedicando noi stessi completamente a quel momento e all’attività che stiamo compiendo.

La stessa cosa vale per quando siamo in ufficio. Focalizziamoci su quello che stiamo facendo in quel momento, un compito alla volta. Diamoci un tempo definito per lavorare ad un progetto e  dedichiamoci tutta l’attenzione necessaria cercando di non pensare a nessun problema personale. Non possiamo in posti diversi nello stesso momento quindi è meglio focalizzarsi su quello che si sta facendo in quell’istante.

 

6. Negozia il tuo carico di lavoro con il tuo line manager. Questa possibilità dipende molto dal lavoro che fai e da dove lavori ma molte aziende sembrano essere diventate molto più flessibili nelle modalità di gestione del tempo. Grazie ad internet le persone possono rimanere connesse a distanza e lavorare da casa.  Si da più spazio al lavoro per obiettivi piuttosto che al rispetto dell’orario di lavoro. Se hai un responsabile con cui si può ragionare, prova a parlare di scenari alternativi.  Non potrai mai sapere cosa ti risponde, se non chiedi. Puoi anche provare a negoziare alcuni lavori domestici con i membri della tua famiglia o con i tuoi coinquilini.

Un consiglio: preparati. Se vuoi parlare con il tuo responsabile per chiedergli di lavorare solo 4 giorni a settimana devi essere sicuro di avere delle buone motivazioni e delle spiegazioni convincenti sul fatto che tutto il tuo lavoro sarà comunque completato.

 

7. Non posticipare le cose che puoi dare oggi. Se puoi fare qualcosa adesso, fallo. Non rimandare delle cose solo perchè non ti va di farle. Il fatto che non ti vada di farle non è una buona scusa. Alcune cose non possono essere fatte oggi (es. se richiedono il supporto di un’altra persona o sono appuntamenti che vanno pianificati con anticipo) ci sono però tutta una serie di azioni che possono essere svolte e devono essere svolte oggi. Non solo di lavoro ma anche cose personali: una chiamata ai genitori o agli amici.

 

8. Prenditi la libertà di dire di no. Molte persone hanno problemi a dire no. Quando un amico o un familiare chiede un favore, quando il tuo capo ti chiede di fare un altro progetto … può essere difficile  se non impossibile, dire di no. Invece, è normale e giusto poter dire alle persone che non puoi prenderti in carico niente altro. E’ onesto ammettere che aggiungere un’altra attività al tuo carico di lavoro potrebbe compromettere la qualità del lavoro (e la tua sanità mentale).

Non è facile ammettere che noi non possiamo fare una cosa (specialmente se questa cosa ci piace) ma se si diventa degli  yes-men (o woman) tutte le persone si sentiranno autorizzate a fare ulteriori richieste e si finirà per per soccombere e non riuscire a gestire la pressione.  E’ molto meglio dire di no ogni tanto e mantenere il proprio equilibrio piuttosto che dire sempre di sì e far scadere la qualità del lavoro e/o della propria vita. Quando ti fanno una richiesta pensa se puoi farcela e, se in quel momento non ti è possibile, sii gentile onesto e dì: “no”!

 

Come abbiamo già visto prima non è sempre possibile mantenere un equilibrio perfetto. Qualche volta il lavoro è una priorità, altre volte verranno prima famiglia e amici. Prova a mettere in pratica qualcuno di questi suggerimenti e sarà tutto un po’ più semplice.

 

Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>