MENU

by • 8 febbraio 2013 • UncategorizedComments (0)1585

Le Canottiere: una boutique per sogni e passioni

La Bella storia di oggi piacerà tantissimo alle nostre amiche lettrici, perché oltre a raccontare una bella idea imprenditoriale, parla di shopping, di gioielli, di artigianato… È la storia di Barbara e Valentina, due costumiste che hanno trasformato un loro sogno in realtà e hanno aperto un bellissimo negozio a Milano, Le Canottiere.

“Mettiti la canottiera, altrimenti ti raffreddi!”. Quante volte le nostre mamme ci hanno urlato questa frase, mentre noi eravamo già sulle scale? Tantissime. Ecco perché, con un pizzico di ironia, e un po’ di nostalgia, Barbara e Valentina hanno scelto questo indumento così intimo come brand. È un nome che racconta già una storia, quella di tutti noi. Barbara e Valentina sono due costumiste televisive, si sono conosciute durante una produzione e sono diventate amiche. Fanno un lavoro molto creativo e appassionante, che però non è rimasto indenne alla crisi. Loro non si sono date per vinte e hanno deciso di crearsi un’alternativa, e aprire a Milano, un negozio dal sapore rétro. «Abbiamo cercato di mettere insieme le nostre due anime», racconta Barbara. «Io sono nata negli anni ’70, Valentina negli anni ’80: apparteniamo a due generazioni diverse, con gusti e passioni differenti. Io volevo una boutique vintage, Valentina un negozio dove tutto fosse in vendita, dagli accessori agli stessi mobili». E così è nato Le Canottiere, in zona Navigli a Milano, un luogo dove è possibile comprare di tutto e dove i prodotti in vendita riflettono lo spirito delle due fondatrici.

«La nostra è una Bottega dei sogni: diamo spazio a creativi, artigiani e designer che come noi hanno seguito il loro sogno. Molti sono già noti, alcuni si devono ancora affermare, ma in tutti abbiamo ritrovato la nostra stessa passione. E poi, abbiamo scelto di dare visibilità a chi non ha ancora una rete distributiva molto sviluppata. Li accomuna la cura del dettaglio, l’attenzione alla qualità: ogni pezzo racconta una storia, e sono tutti realizzati a mano. Più che un negozio, volevamo creare un laboratorio creativo, dove il bello fosse di casa e che comunicasse un’atmosfera accogliente». Le Canottiere si trova in un angolo di Milano molto suggestivo, che si integra perfettamente con il punto vendita, il vicolo dei Pittori. «Siamo orgogliose di quello che abbiamo creato, perché molte cose le abbiamo fatte e curate noi, come l’imbiancatura del negozio. Il lavoro è impegnativo, devi tenere presente tantissime variabili: la gestione dei fornitori, il rapporto con i clienti, la giusta scelta dei prezzi, la continua ricerca. E i feedback sono positivi: le persone tornano, il negozio piace, i prodotti anche. Per cui l’entusiasmo che respiriamo ci dà fiducia. Siamo consapevoli che la nostra è una scelta rischiosa. Ma volevamo crearci un piano B, perché a causa della crisi, la qualità del lavoro è peggiorata, si lavora di più, con meno risorse e stipendi più bassi. Ora ci auguriamo di ampliare entrambe le attività, di coinvolgere altre persone, di creare un team al femminile che lavori con noi. Abbiamo tanti sogni e progetti, come fare dei laboratori, aperitivi, eventi… ».

Un’ultima domanda che non può mancare: dacci qualche suggerimento per fare un po’ di shopping da voi? «Ci sono gli abiti di FeM Paglia, un marchio di abbigliamento che riutilizza scampoli di fine serie di grandi industrie tessili del nord Italia. Ve li consiglio: hanno davvero dei tessuti meravigliosi. Poi ci sono le creazioni per la casa di Mariavera Chiari con il suo brand MV% Ceramics Design , le t-shirt dallo stile pop di White Rabbit Couture ; e ancora: le cover per iPhone in legno di Wood’d , gli anelli materici di Oblio, gli orti pensili di 13Ricrea, i mobili e le lampade in cartone di Studio Cut, i cappelli di Brunella Coen e Reves , il quaderno dei sogni, un progetto indipendente. In più, potete trovare oggetti di artigianato africano, perché sosteniamo Amami e GisGis, due realtà che coltivano progetti di istruzione in Kenya, Zambia e favoriscono l’emancipazione femminile».

Info:

Le Canottiere, Alzaia Naviglio Grande 4, Milano

Pagina Facebook Le Canottiere

 

Loredana Saporito

 

Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>