MENU

by • 16 gennaio 2013 • UncategorizedComments (0)1312

Come pianificare il miglior anno della vostra vita

Il 2013? Sarà un anno fantastico. Non ci credi? Stai già storcendo il naso, con un filo di disappunto, pensando alle cose negative che ti circondano, e che hai lasciato nel 2012? E invece io ti dico, che questo sarà l’anno in cui tutto quello che desideri si realizzerà. Fidati di me. E fidati di te. Allora, ecco, la prima lezione: per farp sì che questo avvenga, ci devi credere fino in fondo. E non perdere mai di vista il tuo obiettivo.

E ora, gli altri 10 passi da fare, per trasformare un anno mediocre in un anno che ti renderà felice e in cui riuscirai a realizzarti.

1 – Toh, chi si rivede!

Ebbene, sì. Il primo step è dedicato a ritrovare te stessa, a entrare in contatto con il tuo io più autentico. Dedica qualche giorno a questo esercizio, prenditi il tempo necessario: concentrati sui ricordi, su di te quando eri bambina, sugli anni della scuola superiore… Se può esserti utile, sfoglia i tuoi vecchi diari, senti qualche amica che non sentivi da tempo. L’obiettivo è risvegliare le emozioni, i desideri e i sogni sopiti.

2 – Ti presento un’amica

E oggi, chi sei diventata? Sei tanto diversa da allora, o sei riuscita a seguire il filo dei tuoi desideri? Scrivi le tue riflessioni su un foglio, e dopo elenca cosa hai perso per strada, e cosa hai aggiunto di nuovo. Oppure, dove hai cambiato strada.

3 – Nero su bianco

Pensa al tua traguardo da conquistare: scrivilo su un foglio e definisci la data entro la quale devi raggiungerlo. Scrivilo anche su un cartellone e appendilo in casa: osservalo ogni mattina per qualche secondo (soprattutto quando sentirai venir meno la motivazione).

4 – Ritorno al futuro

Facciamo un gioco: immagina di trovarti proiettata nel prossimo anno e di aver centrato il tuo target. Ce l’hai fatta, si! È stato faticoso, hai dovuto fare dei sacrifici, ma finalmente hai raggiunto quello che desideravi. Ecco, cerca di individuare il percorso che hai fatto per arrivarci. Vai a ritroso nel tempo: quali step hai superato? Quali cambiamenti hai apportato nella tua vita? Cosa hai smesso di fare? Chi ti ha aiutato? Scrivi i passaggi significativi (e se vuoi, aggiungi delle date: ti aiuteranno nella definizione del tuo action plan ).

5 – Un biglietto di solo andata

Ora che hai identificato la strada percorsa, puoi concentrarti su come vuoi che cambi la tua vita. Prosegui il sogno ad occhi aperti, e immagina le tue giornate, le persone con cui ti relazioni, la casa che abiti, che lavoro fai. Entra nei dettagli, soffermati. E scrivi tutto quello che vedi e senti.

6 – Ops, un imprevisto!

Può capitare: un contrattempo che si frappone fra te e il tuo obiettivo, e ti costringe a scombinare i piani. Cos’è la cosa peggiore che ti può capitare? Abbiamo già fatto questo ragionamento, quando abbiamo parlato della necessità di uscire dalla comfort zone. Quindi sai già, che a questo punto devi concentrarti sulle soluzioni concrete da adottare, per ammortizzare i danni.

7 – Step by step

Riprendi in mano il percorso e stabilisci il tuo action plan definitivo. Segna delle tappe intermedie, entro le quali devi conquistare degli obiettivi transitori, concreti e fattibili. Ora, passo dopo passo, incamminati lungo la tua strada. E mi raccomando, ogni volta che raggiungi un traguardo, festeggia. E celebra i tuoi successi. Sei una persona determinata, che ottiene quello che vuole. E nulla è impossibile. Buon viaggio!

 

 

 

Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>