MENU

by • 15 maggio 2017 • Life & CultureComments (0)165

Scopri le tue carte, e non solo

Scopri le tue carte

Per mesi in ADF abbiamo parlato del gioco di carte che volevamo lanciare. Non un mazzo di carte qualunque, ma uno strumento di crescita personale e conoscenza dell’altro… Insomma, una cosa non così semplice come sembra a raccontarla!

Dopo qualche mese, oggi il mazzo di carte lo abbiamo in mano. E lo stiamo iniziando a utilizzare e a mostrare alle persone che sono interessate a questo strumento “non convenzionale” di coaching. La prima volta che lo abbiamo “testato sul campo” è stato a un aperitivo aperto a poche persone, in una splendida location privata riservata per noi (e su cui non possiamo svelare molto altro perché abbiamo in programma un altro evento e vogliamo mantenere il mistero).

Quella sera, lo ammetto, ho fatto un po’ fatica a carburare. C’erano per me molte facce conosciute ma anche persone nuove. E come al solito la mia personalità introversa ha preso il sopravvento e sono stata abbastanza quieta tutta la serata. In mio aiuto sono arrivate le carte di ADF: Francesca Zampone le ha infatti prima di tutto utilizzate come strumento “rompighiaccio” per far partire la discussione. Ho pescato una carta abbastanza neutra (almeno per me che le conoscevo già). E ho risposto alla domanda che ho trovato sul retro. Così hanno fatto gli altri, e la conversazione è partita senza grossi problemi. Abbiamo tutti superato il timore iniziale di stare in una stanza con degli sconosciuti, e ci siamo divertiti a vedere tutti i modi in cui le carte di ADF si possono utilizzare.

4 tematiche principali

Poi c’è stato il workshop del 9 maggio. Questa volta in Accademia della Felicità, con più gente e soprattutto con i mazzi del gioco “Scopri le tue carte – Conosci te stesso e gli altri attraverso le domande di ADF” freschi di stampa. Credo che sia stato soprattutto durante il workshop che ho scoperto davvero il grande potenziale di questo gioco. Nonostante lo abbia avuto tra le mani, nella prima versione di prova, per parecchio tempo.

Al di là dell’uso come “rompighiaccio” e come strumento di conoscenza più approfondita con i propri amici, le carte di ADF si sono rivelate soprattutto un valido supporto all’attività di coaching. Sia individuale che di gruppo, quando è necessario fare sessioni di brainstorming, oppure una selezioni di lavoro, un’attività di Team Building. Perché le carte di ADF sono in grado di attivare un momento di scambio di idee positivo e proficuo. Grazie a queste carte si lavora su 4 tematiche principali: Relazioni, Potenziale, Lavoro e Life&Culture. E grazie alle domande specifiche contenute in ciascuna carta, è possibile guidare delle sessioni di coaching in tantissimi modi differenti, utilizzando questo strumento anche per studiare una strategia da proporre ai propri coachee.

Sono poi perfette quando si verificano situazioni di conflitto sul lavoro o è necessario risolvere dei problemi (anche in famiglia). Perché stimolano un dialogo positivo, e permettono di conoscere meglio gli altri e se stessi.

Infine un utilizzo che forse avevo un po’ sottovalutato ma che mi ha colpita molto, è stato quello delle carte come strumento di auto-coaching. Si possono infatti utilizzare in diversi modi: come strumento di divinazione, e cioè di riflessione sul futuro, lasciando aperta la porta a tutte le opportunità, oppure di meditazione.

workshop del 9 maggio

Mi rendo conto che questo articolo lasci ancora un po’ avvolte nel mistero le carte di ADF. Ma è anche un po’ voluto! Averle tra le mani è il modo migliore per capirne il potenziale. E infatti anche io, che in qualche modo le ho viste nascere dalle menti di Francesca Zampone e Marco Bonora, e poi le ho viste prendere forma, non le ho capite fino in fondo se non quando ho iniziato a utilizzarle. Se vi interessa potete acquistarle direttamente sul nostro sito. Insieme alle carte riceverete le prime istruzioni, e poi per scoprire tanti altri modi per utilizzarle come strumento di coaching, auto-coaching e “rompighiaccio” potete chiederci il pdf con gli esercizi pratici da sperimentare.

Se siete interessati invece a un workshop dal vivo scrivete a info@accademiafelicita.it e cercheremo di organizzarlo al più presto!

Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>